lunedì 15 gennaio 2018

Chut - che? Chutney di mango

Avete visto la novità di casa MTC, la community che ogni mese si sfida su una ricetta da reinventare?
A gennaio è nato Mag about Food. La rivista che non si era mai vista. :-)
Ogni giorno, sul sito MTC troverete un nuovo articolo, come una rivista di cucina che esce con la frequenza di un quotidiano.

MAG about FOOD è la nuova avventura dell’MTChallenge.

Una rivista nel senso più inconsueto del termine, che delle riviste classiche ha copertine e rubriche, ma che si svilupperà attraverso aggiornamenti quotidiani sul web, senza nessun supporto cartaceo e neppure nessuna “forma” che imprigioni la nostra libertà di scrivere e la vostra di selezionare, di leggere, di raccogliere. Il nostro invito è quello di seguirci tutti i giorni, perchè l’appuntamento con l’MTC diventi un piacevole buongiorno, in un percorso che vorremmo tornare a fare assieme, fra progetti da condividere con tutti i nostri lettori e chiacchierate da scambiarci, a tu per tu.

MAG about FOOD è l’ennesimo gioco di parole, fra il Mad about food (pazzi per il cibo) e il Magazine about food (rivista sul cibo): l’obiettivo è la solita via di mezzo, ossia di parlare di cibo e dintorni in modo lieve, divertente e magari un po’ dissacrante, esattamente come abbiamo fatto in questi anni, accogliendo però le nuove istanze di un mondo che è cambiato e che sta cambiando sotto i nostri occhi.


Chutney di mango

Tra le rubriche, oggi ne esce una nuova.
Con Passiamole in rivista: le riviste di cucina alla prova dei fornelli, vogliamo non solo leggere, ma anche provare le ricette che vengono proposte nelle riviste di cucina, perché può capitare, purtroppo, che una ricetta con una foto accattivante ed appetitosa, alla fine non riesca esattamente come descritto.
Sì, perché non è scontato che le ricette proposte sulle riviste che si comprano in edicola portino allo stesso risultato della foto che le rappresenta. Purtroppo sono poche le redazioni dotate di cucina interna, per cui può capitare che chi si avventura nella preparazione di un piatto appetitoso, ne esca con un po' di frustrazione perché le dosi non erano corrette oppure il procedimento non era chiaro.
MTC ha una redazione che nasce in cucina e che è la garanzia inconfutabile che sta alla base delle ricette che trovate sul sito della community.
Per questo motivo, abbiamo deciso di provare a testare le riviste del settore, spaziando non solo tra i mensili italiani, ma ampliando l'orizzonte a 360 gradi!
Oggi, sul sito MTC troverete le recensioni senza veli di due riviste inglesi:
Delicious UK e Olive.



Di entrambe sono state rifatte alla lettera tre ricette pubblicate sul numero di gennaio.
Oggi, trovate anche la mia esecuzione dei Fagottini di caprino, che l'autore consiglia di accompagnare con un chutney di mango, senza però fornirne la ricetta.

fagottini caprino, patate, cipollotti

Forse in UK il chutney è un prodotto comune, ma siccome noi siamo in Italia, vi spiego come preparare un imprescindibile chutney per accompagnare questi fagottini.

Curiosi di sapere come è andata la recensione? Andate a leggere i nostri pareri sul sito MTC!

Chutney di mango

Chutney di mango
per 3 vasetti piccoli
1 mela
1 mango
3/4 di tazza di zucchero
1 cipolla rossa
1/2 tazza di uvetta
1/2 tazza di aceto di mele
1 cucchiaino di radice di zenzero grattugiata
1 cucchiaino di succo di limone
1 cucchiaino di curry
metà cucchiaino di noce moscata
metà cucchiaino di cannella
metà cucchiaino di sale


Dividete la mela ed il mango in cubetti, tagliate la cipolla finemente.
In una pentola con il fondo spesso, unite mela, mango, cipolla, zucchero, uvetta, aceto e zenzero. Portate a bollore a fuoco alto, poi riducete la fiamma e fate sobbollire per venti minuti o fino a che la miscela si è addensata, senza coperchio, mescolando di tanto in tanto con un mestolo di legno.  Aggiungete il succo di limone, le spezie ed il sale e lasciate sobbollire altri 5 minuti.
Riempite tre vasetti sterilizzati e conservate a testa in giù fino al raffreddamento, per ottenere il sottovuoto.


Chutney di mango

lunedì 8 gennaio 2018

Cosa fai per cena?

Non so voi, ma mi capita spesso di non sapere proprio cosa preparare per cena...
E visto che tutti s'ha da cenare, e s'ha pure poco tempo per farlo e a volte poche idee, può tornare utile la rubrica quotidiana KEEP CALM and WHAT'S FOR DINNER, di MagAboutFood, la rivista che non si era ancora vista, firmata MTC, che dà idee originali, non troppo complicate e veloci da fare per risolvere una cena, passando dal super con la lista della spesa già pronta.


Qualche sera fa, ce la siamo cavati con del pesce. Abbiamo preso i filetti di merluzzo, ma invece di farli alla solita maniera... mi sono buttata sull'esotico. Il Giamaicano, per essere precisi..

Ho scoperto che in Giamaica,  oltre al reggae e ad altre sostanze, fanno largo uso delle spezie per marinare carne o pesce.
Il Jerk è una miscela di spezie tra cui  cannella, pepe e zenzero ed è stata una vera sorpresa.
Avrei scommesso che il piccolo storcinaso di casa avrebbe esclamato il suo classico 'che sarebbe questo?' con tutta l'aria di chi non ha intenzione nemmeno di assaggiarne un pezzetto, adducendo la scusa che .. è troppo stanco...
Questa volta, per fortuna, la scommessa l'avrei persa perchè il gusto delle spezie (nonostante il mio scetticismo sull'uso della cannella) ha esaltato il pesce ed è stato molto apprezzato, anche dallo storcinaso.

Curiosi di sapere cosa ho fatto per cena?

Il piatto, si chiama:
Filetti di merluzzo speziati con insalata di cavolo, crema di avocado e yogurt all'harissa

Ma non lasciatevi spaventare, è facile facile e in mezz'ora o poco più la cena è servita.


jerk Fish


La ricetta la trovate oggi sulla pagina Facebook di MTC.

giovedì 4 gennaio 2018

La scopa della Befana

C'era una volta la Befana, che stava preparando da mesi dolcetti e carbone per tutti i bambini, quelli buoni e quelli un po' più birichini.
La sua casa era sommersa da dolciumi di ogni tipo: confettini colorati, cioccolatini, noccioline e lecca lecca.
Era quasi tutto pronto, quando si mise a cercare le calze.
Rovistò nel baule che teneva in soffitta ma non trovò niente. Dove poteva averle messe? Stava diventando vecchietta, ma non pensava di rincitrullirsi a tal punto.. Provò a guardare anche sotto il suo lettone, ma trovò solo un po' di polvere... Arrivò persino a controllare nel frigorifero.. tante volte si fosse proprio bevuta il cervello....
Alla fine, in una scatolina che teneve nascosta in un punto così segreto della casa, che se ne era addirittura scordata, trovò solo una calza rattoppata sul tallone e sulla punta, un paio di ciabatte e un vasetto di vetro.
Certa che non sarebbero bastate per tutti i dolcini che aveva preparato, le venne un lampo di genio.
Tutti gli altri li avrebbe nascosti nella sua scopa. E così, carica di caramelle e di carbone, con una calza, un vasetto e un paio di ciabatte e la sua scopa che pesava come non mai.... partì per la sua notte speciale!

befana</

Siete curiosi di sapere cosa combinò? Date un'occhiata qui.

Volete sapere come era la calza? Guardate qua.
Come sarà stato il suo vasetto di vetro? Guardate .
Saranno mica state puzzolenti e rotte, le sue ciabatte? Guardate qui.

E come fece a riempire la scopa con tutti i suoi dolcetti? Guardate qua sotto e vi svelerò il suo segreto....


La scopa della Befana

2 sacchetti di carta per alimenti
1 bastoncino
pellicola per alimenti
colla vinilica
forbici
spago

dolcetti vari

Scopa della Befana Scopa della Befana Scopa della Befana
Scopa della Befana Scopa della Befana Scopa della Befana
Scopa della Befana Scopa della Befana Scopa della Befana

Con le forbici sfrangiate l'estremità del primo sacchetto, con tagli lunghi 5 cm.
Sfrangiate il secondo sacchetto per intero, lasciando intatta la base.
Distribuite la colla vinilica sulla base del sacchetto e appoggiatevi sopra il primo, premendo bene in modo che le basi rimangano ben aderenti.
Foderate una estremità del bastoncino con la pellicola per alimenti.
Riempite il sacchetto di dolcetti e un pezzetto di carbone (se è il caso), inserite il bastoncino e chiudete il sacchetto con uno spago. A questo punto, prendete tutte le frange del secondo sacchetto e avvolgetele intorno alla chiusura, che fermerete con un altro pezzetto di spago.
Adesso la scopa della Befana è pronta per partire!
Allacciatevi bene il fazzoletto in testa e via.... verso l'infinito e oltre!

Scopa della Befana