giovedì 27 aprile 2017

Il mio Rizògalo per il club del 27

Giocate, giocate, le clubbine son tornate.
Riprendendo e storpiando un po' lo slogan che negli anni 70 accompagnava i cori del movimento femminista, quando a tornare erano le streghe e c'era solo da tremare, adesso invece quando torniamo noi, è tempo di giocare: il 27 di ogni mese!

Abbiamo iniziato a febbraio, e questo è il terzo mese in cui il 27 escono ricette di un gruppo sempre più numeroso di amiche (e amici) che si divertono ancora a cucinare e a confrontarsi in cucina.
L'idea nasce dalla voglia di recuperare tutto quel prezioso materiale che nel corso delle sfide MTC è stato raccolto e prodotto nella famiglia del Tema del Mese (ovvero un insieme di ricette collegate a quelle delle sfide) e che, per la dura legge del web, dura il tempo della sua pubblicazione, con grande dispiacere di chi conosce perfettamente il valore di questi contributi, compresa anche la fatica che c’e’ dietro.

Per chi non ne avesse mai sentito parlare su questi schermi, il Club del 27 è un gruppo che nasce all’interno dell’MTC, ma aperto a chiunque voglia farne parte, con lo scopo principale di tornare a cucinare sul web come si faceva una volta: quando il cibo di internet non passava attraverso portali quotati in borsa, prezzemoline in tacco 12, foodblog che ormai sono dichiaratamente vetrine, eventi, lustrini, ricchi premi e cotillons. Ma quando si accendeva il pc con il solo scopo di condividere una ricetta che era riuscita bene, di capire perche’ qualcosa era andato storto, di invitare amici virtuali nelle stanze di una vita quotidiana in cui la cucina era, ancor prima che pretesto, fulcro, cardine, anima. Ed io ne faccio orgogliosamente parte, con la tessera n.43!


Questo mese, le ricette presentate dal Club sono quelle del tema del mese della sfida MTC 41, quella del riso, che si abbina senz'ombra di dubbio con l'attuale sfida in corso: il Sartù!

Tra le varie ricette proposte, mi sono dedicata a preparare il Rizògalo, che altro non è che un risolatte dolce aromatizzato con limone e vaniglia e servito con una spolverata di cannella, che avevamo già visto quando abbiamo fatto il giro del mondo del risolatte.

Rizogalo

Si tratta, tra le miriadi di ricette di risolatte, di una variante della tradizione greca, di cui non conoscevo l'esistenza, nonostante le mie ultime vacanze estive in terra cretese. E siccome quest'anno il nostro bis dovremmo farlo di nuovo su un fazzoletto di terra immersa nel blu del mar Egeo, non vorrei arrivarci impreparata!
La voglia di estate è già qui.

La ricetta è tratta dal libro La cucina greca di Jean Michel Carasso.

Rizogalo

Rizògalo

1/2 lt di latte
100 g di riso arborio
80 g di zucchero
la scorsa di un limone
1 baccello di vaniglia
1 cucchiaio colmo di amido di mais
cannella in polvere
sale

Fai bollire il riso in mezzo litro di acqua con il pizzico di sale: il riso deve assorbire tutta l’acqua, mescola delicatamente ogni tanto.
Quando il riso avrà assorbito l’acqua, versa il latte, unisci la scorza di limone, la vaniglia e lo zucchero. Mescola e porta a bollore. Aggiungi l’amido di mais sciolto in un po’ d’acqua e prosegui
la cottura per 10 minuti (a fuoco molto basso) e continuando a mescolare.
Togli il riso dal fuoco, elimina la bacca di vaniglia e la scorza di limone.
Versa il composto in coppette e fallo raffreddare, poi mettilo in frigorifero per un paio d’ore.
Servilo spolverato con cannella.

Rizogalo

Questo mese, le ricette del Club del 27, le trovate tutte QUA.
Il mio consiglio spassionato è di andare a dargli un'occhiata.
Ne vedrete delle belle buone!

club del 27 - aprile 2017
Il Re riso di Mai


34 commenti:

  1. Le ricette di JM sono una garanzia e tu l'hai interpretata benissimo!

    RispondiElimina
  2. Ero indecisa tra questo e quello sudamericano, ha prevalso la seconda scelta. Dovrò recuperare perchè il tuo ha proprio un buon e bell'aspetto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E io, invece, dovrò provare il tuo!

      Elimina
  3. Che meraviglia anche le foto con i colori della grecia! Un bascione

    RispondiElimina
  4. Ovvia ho scelto l'Arroz de leche e ora che ho visto il tuo rizogalo mi toccherà provare anche questo! Bellissime anche le foto grande donna!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io invece voglio provare il tuo!

      Elimina
  5. che voglia di maree!! te l'ho scritto pure su FB,
    ma queste foto ...adooovooo! :-) ecco una coppetta di rizo galo,una chase longue in riva al mare!..niente..sogno troppo!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si, e una barchetta con le vele bianche all'orizzonte! sognamoooo!

      Elimina
  6. che belle foto e che bella atmosfera si respira. ciao gaia

    RispondiElimina
  7. Fantastico! Mi hai fatto venire voglia di mare :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tanto mare, tanto sole e brezzolina!!

      Elimina
  8. ecco, la voglia di mare me l'ha sicuramente fatta tornare prepotente, di assaggiarlo invece un po' meno. Non è nelle mie corde un dolce di riso, non mi attira per nulla, anzi. Ma mi piace condividere con voi tutte questi momenti del Club, sperimentare e mettermi alla prova comunque, e farlo in compagnia di chi ha la stessa passione è molto bello. Un abbraccio Gaia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me invece il riso piace in tutte le varianti. e questo mese tra sartu, toto' e risolatte mi sono proprio sbizzarrita!

      Elimina
  9. Inutile, a me 'sta roba bianchiccia non ispira per nulla. L'ho provato anch'io questo mese, ma no, non fa per me. Però mi hai fatto venire una gran voglia di mare, quella si!

    RispondiElimina
  10. Bellissima atmosfera...mi piaccioni tanto i colori!! Brava, brava

    RispondiElimina
  11. Hai fatto venire a tutti la voglia di correre al mare! E come darti torto pensando ai posti meravigliosi che ti godrai tra qualche mese?! Molto bella la tua interpretazione! Un caro abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Speriamo bene. e speriamo in Alitalia.... :-(

      Elimina
  12. Quando arrivi in un blog e ti senti trasportare subito in qualche altro luogo e vieni assorbita dal racconto, sei da "Profumo di mamma". E adesso vorrei andare a preparare la valigia per andare a fare un tuffo nell'Egeo....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Sabri, son sicura che almeno una valigia ce l'hai già pronta. infilaci un costume e partiamo! :-)

      Elimina
  13. Incantevole! il tuo risolatte è stupendo e magnificamente ambientato, complimenti!

    RispondiElimina
  14. È un periodo in cui dire che cucino male è fare ancora un complimento (mancanza di tempo? Di ispirazione? Di passione? Chi lo sa...) e metto da parte le tue ricette (quella del sartu è meravigliosa) in attesa di tempi migliori.

    RispondiElimina
  15. Stamane sto facendo indigestione di Risolatte, come mai? :-)))
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  16. davvero delizioso questo risolatte greco, e pure con voglia di mare incluso!! che meraviglia!

    RispondiElimina
  17. Foto belle belle ed anche il tuo rizogalo...già il fatto che c'è la cannella...potrei quasi quasi provarlo...

    RispondiElimina
  18. Dal momento che il risolatte non mi fa impazzire, ti faccio i complimenti per le foto e l'atmosfera che hai saputo creare.

    RispondiElimina
  19. belle le foto, belle le coppette e buonissimo ilo rizogalo che adoro.

    RispondiElimina
  20. Anche la versione greca mi ispira molto... E tu l'hai resa molto invitante Gaia bella! La prossima volta seguo questa ricetta!

    RispondiElimina