lunedì 7 novembre 2016

Un classico senza stagione

In effetti, le foto qui sotto non sono proprio autunnali.
Gli scatti sono stati fatti d'estate, e nemmeno quella appena passata, in campagna, dove i fiori freschi sono spesso sulla tavola.
Fiori di campo, soprattutto. Infilati in vasi di vetro (ricordo di conserve o marmellate),  mescolati con erbe spontanee e raccolti in mazzolini all'apparenza casuali, ma a cui in realtà la mia mente cerca di dare un senso e un'armonia.
Rivedere queste foto mette un po' di nostalgia, ripensando a quelle giornate di sole e colori.
Ma una torta della nonna, per fortuna, non ha stagione.
Va bene tutto l'anno.
E magari adesso, con le giornate diventate cortissime, può avere il potere di rallegrare gli spiriti, proprio come quel mazzolino di fiori!

Torta della nonna

La torta, fatta e rifatta, è tratta da una ricetta della mia cara Juls, con cui ho allietato pranzi domenicali e ritrovi tra amici.
Sono sicura che non vi deluderà!

per la pasta frolla
300 g di farina
150 g di zucchero
5 g di lievito per torte
1 pizzico di sale
1 limone bio
150 g di burro
1 uovo

Setaccia farina e lievito, unisci lo zucchero, la scorza di limone grattugiata e il pizzico di sale. Taglia il burro a tocchetti e con le punta delle dita, intridi le polveri fino ad ottenere delle briciole.
Aggiungi l'uovo leggermente sbattuto e impasta il minimo indispensabile per formare una palla. Avvolgi nella pellicola e tieni a riposare in frigo almeno un'ora (meglio ancora se lo prepari con largo anticipo).

per la crema pasticciera
660 ml di latte intero
1 limone bio
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
2 tuorli
2 uova intere
66 g di farina
150 g di di zucchero
1 pizzico di sale

Sbatti le uova e i tuorli con lo zucchero ed il sale. Unisci la farina setacciata.
Nel frattempo, metti a bollire in un pentolino il latte con la scorza del limone. Quando raggiunge il bollore, versa il composto di uova a coprire e aspetta che il latte torni a bollire e cominci bucare il tappo di uova.
A quel punto, con una frusta, mescola velocemente la crema e spengi il fuoco quando comincia ad addensarsi. Basteranno pochi minuti.
Lascia raffreddare la crema, coprendola con un po' di pellicola, in modo da non farle venire la buccia.

per decorare
60 g di pinoli
1 uovo
zucchero a velo

Quando la crema è fredda, puoi preparare il guscio di frolla.
Usa uno stampo rotondo da 26 cm di diametro, ungilo con un po' di burro, poi dividi la frolla in due parti non esattamente uguali. Stendi il pezzo più grande fino a circa 4 mm di spessore e rivesti la base dello stampo, bucherellalo con una forchetta e cuocilo a 180 gradi per 12 minuti.
Spalma la crema pasticciera, poi rivesti con la frolla rimasta, stesa anch'essa a 4 mm, e sigilla bene i bordi tutto attorno.
Spennella la superficie della torta con l'uovo sbattuto e poi fai nevicare i pinoli. Inforna ancora a 180 gradi per una mezz'ora o finché la torta non diventa dorata.
Quando è fredda, spolvera con un po' di zucchero a velo.

Torta della nonna

5 commenti:

  1. In assoluto da sempre il mio dolce preferito!
    buona settimana
    Alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' davvero buono. davvero. e facile, tra l'altro!

      Elimina
  2. Tu e Giulia siete una garanzia, e la torta della nonna é troppo tempo che non la rifaccio. Che sia giunta l'ora?

    RispondiElimina
  3. E' uno dei miei dolci preferiti, una torta da credenza perfetta per tutte le occasioni. Bellissima la tua :-) Bacioni

    RispondiElimina
  4. Sempre un dolce che conquista tutti!!!!

    RispondiElimina