mercoledì 18 febbraio 2015

Candidi baci


Come promesso, questo è un GUEST post.
La mia specialissima ospite d'onore, incredibile ma vero, è proprio Lenticchia, progettista del secondo bacio che presento per la Sfida MTC 45 di questo mese, indetta da Annarita.
Lascio la tastiera a Lenticchia.

IMG_9986Mark


Quando ho visto mia mamma che stava guardando qualcosa al computer,e che questa cosa si trattava proprio di cucina,allora non ho resistito nel chiedere: -Mamma,che cos'è?-
-UNA GARA A CHI PREPARA IL BACIO PIU' BELLO E PIU' BUONO.Come faresti il tuo?-
-Uhmm…ci devo pensare…-
Intanto la mia mente rifrullava tutti i pensieri di come potevo fare e (soprattutto) a come sarebbe venuto IL BACIO.Alla fine pensai a quello che mi piaceva di più e decisi di mettercelo dentro.
DENTRO C'ERANO:
@ cocco
@ cioccolato bianco
@ noci
La parte più difficile è stata quando abbiamo temperato il cioccolato [(veramente difficilissimo)vi consiglio di farlo con un esperto]

LENTICCHIA ( -;

IMG_9929Mark

Il ripieno


Baci dal cuore candido con noci (e) cocco
per 8-10 cioccolatini

125 g di cioccolato fondente
20 g di panna
60 g cioccolato bianco
15 g noci
15 g cocco


Per prima cosa prepara il ripieno:
Con un coltello ben affilato, trita il cioccolato bianco. In una ciotolina riscalda la panna fino quasi al bollore (nel microonde basta qualche decina di secondi alla massima potenza) e rovesciaci il cioccolato, mescola fino a che non si è sciolto.
Trita le noci, lasciando da parte alcuni pezzetti preferibilmente tondeggianti.
Aggiungi al cioccolato il cocco e le noci tritate, mescola e lascia raffreddare (in frigo farà prima). Il ripieno diventerà così più denso e sarà più facile modellarlo con un paio di cucchiaini e poi con il palmo della mano per formare delle piccole palline. Poni su ognuna il pezzetto tondeggiante di noce.
Riponi al fresco e procedi con il temperaggio del cioccolato di copertura, che consentirà di sciogliere a temperature diverse i vari tipi di cristalli contenuti nel cioccolato, per ottenere un cioccolato più resistente e con una superficie bella lucida.

Ho usato la classica tecnica del tablage: facendo raffreddare velocemente il cioccolato su una superficie di marmo, con l'uso di un paio di spatole, di cui una a gomito, e di un termometro.
Metti una pentola con dell'acqua a riscaldare.
Trita il cioccolato fondente in scaglie e fallo sciogliere fino a raggiungere i 50°C.
Puoi metterlo in una ciotolina di vetro e usare il microonde per un minuto alla massima potenza. Poi mescola, controlla la situazione e ripeti impostando la massima potenza per 5-10 secondi alla volta.
In un paio di volte il cioccolato sarà sciolto.
Rovesciane due terzi su un piano pulito di marmo (oppure okite) e con movimenti rapidi e precisi spandi il cioccolato e riportalo verso il centro. Procedi fino a che il termometro segna 27-28°C.
A questo punto spatola il cioccolato fino al bordo del piano di marmo e rovescialo di nuovo nella ciotola che contiene il terzo di cioccolato tenuto da parte, che dovrebbe essere ancora calduccio.
In questo modo la temperatura del cioccolato dovrebbe risalire a 31-32°C e terminare così il temperaggio.
Se la temperatura fosse più bassa, immergi per qualche secondo la ciotola nella pentola con l'acqua calda, in modo da far salire la temperatura del cioccolato.
A questo punto, puoi immergere i cioccolatini nel cioccolato temperato. Aiutati con una forchetta per tirarli su e sgocciolarli, prima di appoggiarli su un vassoio ricoperto di carta forno, per farli raffreddare.

LA cucina..


La cucina dopo il temperaggio…


IMG_9998 Mark

L'interno

La Sfida MTC 45 proposta da Annarita

5 commenti:

  1. Brava Lenticchia, complimenti! e posso dirti una cosa (non in gran segreto perchè qui leggono in tanti..)? a me piace di più la tua versione di baci: del cocco sono innamorata da quando ero bambina e rappresentava il massimo della frutta esotica, le noci sono una delle mie passioni e il cioccolato è la mia arma segreta per delusioni, arrabbiature e tristezze (oltre che il piccolo premio che ogni tanto mi concedo)...
    Claudette

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie,grazie mille sono contenta di aver fatto una cosa azzeccata su quello che ti piace.Sono veramente felice :)
      Lenticchia

      Elimina
  2. Brava Lenticchia hai fatto un ottimo lavoro. Gli ingredienti che hai scelto piacciono molto anche a me. Tua mamma è davvero fortunata con una figlia come te. Brave a tutte e due.

    RispondiElimina
  3. Grazie tantissime! Infatti ho scelto quegli ingredienti perché erano i più buoni che c'erano in cucina.
    Lenticchia

    RispondiElimina
  4. La tua mamma è una mamma fortunata.
    Perchè ha un'aiutante in gamba, con tanta fantasia, tanto buon gusto e anche tanta bravura nelle mani.
    Hai preparato dei baci bellissimi,ai quali hai dato anche un nome tenero e scommetto che non ne è avanzato neppure uno. O mi sbaglio?
    bravissima!
    P.S. una curiosità, da mamma di una Lenticchia ormai cresciuta:ma chi l'ha pulita, poi, la cucina?

    RispondiElimina